Cerca

La Calabria, meravigliosa e ricca di fascino, è uno dei territori più antichi d’Italia. Una regione dai mille colori, ricca di sfumature e profumi inediti in grado di offrire ai suoi visitatori uno spettacolo indimenticabile. Un vero e proprio paradiso naturale con coste alte e rocciose bagnate dalle onde blu, lunghe spiagge dorate, foreste lussureggianti, colline e immense distese verdi punteggiate da ulivi secolari e vigneti. Una meta ideale per gli amanti della natura, della buona cucina e dell’arte.

Il nostro viaggio in questa terra affascinante inizia dalla mitica città di Sybaris nel cuore verde dell’area denominata Megale Hellas, tra il massiccio del Pollino e la Sila Greca. Sibari, una fra le più belle colonie greche, ancora oggi conserva la sua leggendaria eleganza e ricchezza. Intorno alla vallata le piante di arance e clementine emanano un profumo intenso, mentre la luce del sole si riflette nelle acque turchesi del mare.

Un’atmosfera simile si respira a Praia a Mare, un piccolo paesino in provincia di Cosenza, nato da un minuscolo villaggio di pescatori lungo le spiagge che confinano a nord con il fiume Noce e a sud con il fiume Lao. Il borgo antico, con le sue stradine intricate e i vicoletti, permette di ammirare tantissime architetture religiose, come la Chiesa del Sacro Cuore e la Chiesa di San Paolo Apostolo, ma anche il Santuario della Madonna della Grotta, costruito in un piccola grotta naturale sul fianco della collina.

Il santuario è dedicato alla Modonna della Grotta che viene celebrata con una processione che dura per tre giorni ad agosto fra riti religiosi e profani. Dalla Rocca di Praia, una fortezza del XIV secolo creata dai Normanni è possibile ammirare la bellezza della costa al di sotto, una vista mozzafiato che si può godere anche dal Fortino costruito nel XVI secolo dalla famiglia Aieta per proteggere la costa dagli attacchi dei pirati.

Il mare azzurro e la sua bellezza straordinaria si può contemplare dalla Torre di Fiuzzi, una delle più grandi del sud, alta oltre quindici metri e creata su un enorme faraglione per avvistare le incursioni delle navi saracene.
Spiagge e acque cristalline, con sfumature blu e verdi, caratterizzano Scalea, un paesino ricco di natura, arte e storia. Uno fra i luoghi più suggestivi è il Castello Normanno costruito nel XI secolo, qui nel 1250 nacque Ruggiero di Loria ammiraglio della flotta angioina eroe e uomo di grande personalità che ha ispirato i testi di Decamerone e Boccaccio. Passeggiando per le vie del borgo antico si incontrano una serie di sontuosi palazzi come quello dei Principi Spinelli con i suoi lussuosi saloni e i meravigliosi affreschi, ma anche le antiche chiesette.

Ma il simbolo in assoluto di Scalea è senza dubbio Torre Talao, una fortificazione del XVI secolo costruita su un isolotto circondate dalle acque blu del mare, dal quale sgorga un’acqua sulfurea. L’isolotto, che oggi è incorporato con la terraferma, presenta una serie di grotte popolate nel Paleolitico Medio da cacciatori e pescatori.